TAVOLI PER UNA NUOVA ECONOMIA DI VALLATA

Tavoli in Val Tidone per una nuova economia di vallata

I TAVOLI DI CONFLUENZE PER LA VAL TIDONE

Reti, comunità e nuova economia di vallata


Cos’è per noi fare RETE?

Ultimamente, in diversi campi, si utilizza e magari si abusa di parole che comunicano questa nuova modalità. Sarà forse anche una moda, ma la base c’è e anche noi non esitiamo a proporci come veicolo per fare rete sul territorio. Non una rete che trattenga, ma che metta in relazione ogni singolo con gli altri.

Confluenze usa già da tempo la metafora del “filo che unisce“, al quale cui ognuno può annodare il proprio per diventare, insieme, più forti e concreti. Crediamo davvero che solo attraverso l’unione delle forze, la condivisione di problemi, il confronto, soprattutto da posizioni differenti, potremo arricchirci di esperienze e trovare il modo per creare un vero progetto condiviso.

COMUNITA’

Parliamo di persone. Ed è conoscendo quelle che vivono il territorio, ascoltando i loro sogni, progetti, passioni, visioni che è nato Confluenze. Perché è chi respira la valle ogni giorno, magari soffrendola anche, che è in grado, se sostenuto, accompagnato, supportato, di partecipare e diventare attore di un progetto capace di animare un territorio, accogliere turismo, continuare a vivere, far fiorire aziende e crescere i propri figli.

Confluenze non si propone come soluzione, ma come STRUMENTO, VEICOLO, STIMOLO, ISPIRAZIONE verso una comunità che si prenda cura del TERRITORIO E DEL SUO SVILUPPO.

Non è un progetto finanziato. A partire dalla primaversa del 2015, la collaborazione di tante persone ha reso possibile la realizzazione di numerosi eventi, dalla prima edizione del festival fino a PianofortiLiberi; alcuni di noi dedicano a Confluenze molto tempo perché siamo convinti dalla necessità di un contenitore ampio e aperto, di uno strumento trasversale. La nuova economia di vallata di cui parliamo è un’economia di relazione. La relazione è una leva potentissima.

 

Ecco perché è dalla relazione che sono partiti i Tavoli di Confluenze per una nuova economia di vallata.

CARTA D’INTENTI TERRITORIALE

L’intento è di giungere a una visione territoriale condivisa: elencare possibili scelte utili a progettualità future da presentare ad Amministrazioni, Enti o altre realtà che vorranno unire le forze, o magari dare una risposta alle tante domande di singoli.


Nuova economia di vallata in Appennino

I Tavoli di Confluenze si sono tenuti in Val Tidone, sia sul versante piacentino sia sul lato pavese.

L’incontro in Emilia Romagna si è tenuto sabato 18 marzo nello splendido scenario dell’azienda vitivinicola La Torretta di Sala Mandelli di Nibbiano (PC). L’appuntamento è stato coordinato dallʼassociazione Casa Grande.

Vini La Torretta Val Tidone Tenuta La Torretta Sala Mandelli Nibbiano Val Tidone

Azienda vitivinicola La Torretta La Torretta Val Tidone Piancenza

La partecipazione è stata davvero molto alta. Imprenditori, insegnanti, amministratori, pensionati, professionisti si sono ritrovati attorni ai tavoli rotondi della tenuta La Torretta e confrontati in modo aperto sui temi di interesse, portando ognuno esperienza, competenza, richieste e proposte per contribuire a dare impulso a una nuova economia della Valle.

Alcuni temi potevano essere:
– possiamo considerare il nostro ambiente naturale una risorsa da tutelare e trovare un modo rispettoso e sostenibile per valorizzarla?
– esiste una capacità progettuale nella nostra comunità?
– siamo abbastanza bravi a raccontare il nostro territorio?
– siamo sufficientemente informati sui bandi e le possibilità di finanziamento?
– e sulle opportunità delle reti di impresa?
– la creazione di un albergo diffuso potrebbe aiutare l’offerta turistica e l’accoglienza in valle?
– quali opportunità per i giovani?
– quali servizi sono fondamentali per il territorio e come fare a garantirceli?

Ma si trattava solo di spunti perché, per ciascun tavolo, la questione chiave era: quali sono i temi da condividere per costruire insieme una comunità autentica?

« 1 di 2 »


L’appuntamento piacentino ha fatto seguito a quello pavese.
L’incontro lombardo si è tenuto una settimana prima (venerdì 10 marzo) a Varzi (PV) ed è stato coordinato dall’associazione ChiCercaCrea.

Legato alla terza edizione di “Chi Semina Raccoglie”, il mercato coperto di Varzi nel pomeriggio ha ospitato Semi di Comunità, tavoli di lavoro per “R-ACCOGLIERE una COMUNITA’ DI INTENTI e SEMINARE nuove sinergie per un Oltrepo di Domani”.